Liti per animali: condomini come ring, scontri raddoppiati. Peggio a Napoli

Scritto da: -

Liti di condominio causate dagli animali domestici in aumento: raddoppiate nel 2011 rispetto l'anno prima. Cani più coinvolti. A Napoli la maglia nera, ma anche Roma e Milano ... leggi i dettagli del Rapporto Aidaa

gatti-in-condominio.jpgChe i condomini fossero polveriere pronte a esplodere non è una grande novità: basta viverci per un po’ per capire che ogni scusa è buona, se si vuole attaccar briga col vicino di casa antipatico e maleducato. Ma anche a leggere i giornali si intuisce facilmente che sono i motivi banali a finire più spesso in tragedia, quando si tratta di liti tra condomini.

E chi è più spesso al centro del contendere? Gli animali. Amati alla follia dai loro proprietari e detestati o, alla meglio, sopportati da tutti gli altri. Amare gli animali o averne in casa non ci salva dall’aggressività verso gli altri, perché l’erba del vicino sarà sempre la più verde, ma i suoi animali (come i figli) saranno maleducati quanto lui. La vera novità in fatto di liti in condominio è che quelle per gli animali sono raddoppiate.

liti-per-animali-in-condominio.jpgL’INDAGINE. L’Associazione italiana per la difesa di animali e ambiente (Aidaa) ne ha contate ben 73mila nel 2011. Nel 2010 erano la metà (37mila). In base alle segnalazioni arrivate al servizio di consulenza legale per gli animali di condominio di Aidaa, si litiga un po’ per tutto ciò che riguarda gli animali: perché abbaiano, perché sporcano, perché transitano negli spazi comuni, perché esistono… Più si vedono e si sentono, più i rischi di litigio aumentano. Infatti, a voler stilare una classifica delle specie più al centro del contendere dobbiamo ammettere che sono soprattutto i cani (nel 63% dei casi), perché le loro “voci” si sentono molto di più di quelle di un gatto o di un uccellino e perché, anche quando accompagnati al guinzaglio, entrano ed escono più volte al giorno dall’appartamento del loro padrone. Ma nemmeno i gatti sono angeli per i condomini. I teneri e innocui micetti sono responsabili di faide condominiali nel 31% dei casi. Seguono poi gli altri animali come pappagalli, conigli o serpenti.

Se può consolare, le varie diatribe condominiali si risolvono molto spesso senza scomodare avvocati e giudici. Nel corso del 2011 sono state poco meno di 5.000 le liti finite in tribunale, ma in 54 casi le faide tra dirimpettai sono degenerate fino a richiedere l’intervento delle forze dell’ordine e dell’ambulanza.

La città peggiore in fatto di liti condominiali per gli animali è Napoli, seguita da Roma, Milano e Reggio Emilia.

LINK UTILI:
Roma: lite condominiale sfocia in omicidio

Animali in Condominio: Uno su Tre Viene Avvelenato 

Liti condominiali: perché litigano gli italiani?

Cani muti come pesci in condominio? Ecco cosa dice la Legge

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!